Grenoble, il cuore delle Alpi

 

Grenoble, nel cuore della regione Rodano-Alpi, la montagna è onnipresente: una città viva e accogliente, una vera e propria metropoli alpina che vive in perpetuo slancio verso le cime dei massicci circostanti (Stendhal scriveva che a Grenoble alla fine di ogni strada si vede apparire una montagna). Polo d'attrazione europeo e centro tecnologico all'avanguardia, Grenoble ha saputo conservare le vestigia di due millenni di storia, conciliandole con la modernità.

Da non perdere a Grenoble

La Bastille e la sua cabinovia
Venite a "prendere la Bastiglia", a piedi o con la cabinovia. Da qui godrete di una vista impareggiabile sulla città.

musei di Grenoble
Musée de Grenoble, Musée dauphinois, Musée de l’Ancien Evêché, Musée de la Résistance et de la déportation, Muséum d’histoire naturelle…

Il Magasin - CNAC (Centre National d'Art Contemporain)
Punto di riferimento regionale in materia d'arte contemporanea, il Magasin ospita principalmente mostre temporanee.

La Casamaure
Uno splendido palazzo in oro grigio.

La città vecchia e i suoi palazzi pittoreschi che si animano ogni giorno con i colori dei mercati: Place aux Herbes, de Gordes, Saint-André...

Le Halles Sainte-Claire e il loro mercato coperto nel cuore del centro storico della città.

Il circuito delle fontane
Un itinerario che evoca l'acqua attraverso le fontane storiche, decorative o commemorative.

Il quartiere degli antiquari
Un quartiere antico dall'atmosfera particolare, costituito da stradine strette e facciate colorate.

La via ferrata
Una via ferrata in piena città... da scoprire!

Il quartiere Saint-Laurent e le rive dell'Isère
Passeggiare lungo le rive dell'Isère in un ambiente molto romantico in piena città.

L'antico Palais du Parlement de Dauphiné
L'antico palazzo del Delfinato nel cuore della città.


Visitare Grenoble


Il Grenoble Pass  permette di scoprire la città spendendo meno. Adatto alle esigenze più diversificate, il pass offre tariffe agevolate a chi vuole esplorare i siti d'interesse e le attività più stimolanti della città. Per informazioni e acquisto del pass rivolgersi all'Ufficio del Turismo di Grenoble .

Il vecchio centro di Grenoble si estende sulla riva meridionale del fiume Isère. Esso fa perno sulla piazza di Sant'Andrea (Place Saint-André) dominata dalla chiesa omonima e dall'ex palazzo di Giustizia, un tempo sede del parlamento del Delfinato.

Gran parte delle strade e delle piazze del vecchio centro costituiscono un'isola pedonale. Place Grenette è frequentata da turisti grazie al richiamo di caffè e ristoranti con terrazze aperte nel periodo estivo. Place aux Herbes è un'altra graziosa piazzetta del centro storico. Tra le stradine del vecchio centro è da menzionare Rue Felix Poulat che collega Place Grenette con Place Victor Hugo. È una strada di negozi tra i quali Galeries Lafayette.

A sud del vecchio centro sta quello moderno espansosi dalla fine del XIX secolo. Vi si trova la Torre Perret, una torre realizzata in cemento armato nel 1925 in occasione dell'Esposizione Internazionale della Houille Blanche. La sua funzione era allora di illuminare i monti circostanti. È alta una ottantina di metri e porta il nome dei suoi realizzatori, i fratelli Perret. A fianco della torre sta l'ingresso del parco Paul Mistral con gli stadi e gli impianti sportivi realizzati in occasione dei Giochi Olimpici Invernali svoltisi a Grenoble nel 1968.

Sulla riva settentrionale dell'Isère sta il Fort de la Bastille raggiungibile con la teleferica che parte dal lungofiume Stéphane Jay, nei pressi della Place Saint-André.

Feste / Eventi

Marzo: Grenoble Jazz Festival;

Maggio: Festival des Arts du Récit;

Luglio: Festival de Théâtre Européen e Festival du court-métrage en plein-air Cabaret Frappé;

Agosto: Festival Berlioz / Coupe Icare;

Novembre: Les 6 jours cyclistes de Grenoble, 38° Rugissants (musica contemporanea) e Festival international du film de montagne;

Dicembre: Mercatino di Natale, Rencontres internationales du cinéma de montagne.

 

Pont En Royan

 

Pont-en-Royans, comune del Parco Naturale Regionale del Vercors con vecchie case sospese sopra il fiume Bourne, ha un fascino molto pittoresco. Quello che si può ammirare dal Pont Picard e dalle sponde del fiume è uno scenario insolito, particolarmente fotogenico. La strada che costeggia il corso d'acqua, ideale per una bella passeggiata, è punteggiata di aree di sosta con tavoli per picnic. Qui si trova anche una cascata dove fare il bagno.

Da visitare: il Museo dell'Acqua, uno spazio ludico, scientifico e culturale insieme dedicato all'acqua in tutte le sue forme. C'è anche un bar in cui si trovano ben 1500 acque imbottigliate provenienti da tutto il mondo!

 

Piccolo villaggio nell'Isère, nel cuore del Parco Naturale Regionale del Vercors, Pont-en-Royans si svolge nel Massiccio del Vercors, ai margini del dipartimento della Drôme. Si trova alla confluenza di Bourne e Vernaison, non lontano da La Chapelle-en-Vercors e Sainte-Eulalie-en-Royans.

Originariamente stretto ponte tra due rocce che consente l'accesso ai vassoi massiccio del Vercors e attraversare il paese Pont-en-Royans Bourne si è sviluppata nel corso dei secoli, tra cui l'ampliamento nel corso del XIX. Ancora oggi molto turistica, rivela un ricco patrimonio che testimonia un passato importante. Di questo periodo ci sono ancora molti edifici, tra cui alcune abitazioni trogloditiche medievali.

A lungo concentrata su riprese di bosso, l'economia del paese si è gradualmente spostato  al turismo grazie al suo fascino unico e la sua vicinanza ad alcuni dei luoghi più belli della regione.

 

Passeggiando nei vicoli di Pont-en-Royans potrai scoprire bellissimi edifici medievali del XVIe secolo, di cui belle case colorate sospese con fianchi di valle.

Da non perdere i resti del vecchio castello del ponte del 13 ° secolo, ancora visibile.

Il Museo dell'Acqua propone di esplorare, grazie a collezioni molto interessanti, l'acqua in tutti i suoi stati. Molto originale, un water bar permette di scoprire più di 900 acque da tutto il mondo.

Ma è anche per il suo patrimonio naturale che la città di Pont-en-Royans è apprezzata dai turisti. Turismo con etichette di qualità, le grotte di Choranche rivelano un fiume sotterraneo, stalattiti e anfibi sopravvissuti al tempo dei dinosauri. Potrai anche scoprire durante le escursioni il circo di Choranche, la cascata di Gournier o le gole della Bourne. La sua strada a sbalzo scavata nella roccia fu assicurata alla fine degli anni 2000.