Il Forte di Exilles è un tipico esempio di fortificazione di montagna: è un edificio imponente e maestoso costruito su un contrafforte roccioso in un luogo di strategica importanza per la difesa della frontiera. La fortificazione che risale al secolo XII ebbe una storia lunga e travagliata, segnata da demolizioni, ricostruzioni, ampliamenti... Presentava un'architettura complessa, caratterizzata da diversi circuiti murari a difesa del nucleo centrale; al suo interno ospitò prigionieri illustri, tra cui un principe turco, fratello del sultano, nel 1488 e il misterioso personaggio della "Maschera di Ferro" dal 1681 al 1687...
La fortezza fu distrutta dai Francesi nel 1796 e ricostruita nel 1820 nelle forme attuali che ricalcano quelle della fase settecentesca.
Oggi, dopo notevoli lavori di restauro, il forte è aperto ai visitatori. All'interno due aree museali con allestimenti innovativi e scenografici illustrano la vita dei soldati in montagna e l'evoluzione del forte attraverso i secoli e due complessi percorsi di visita portano i turisti alla scoperta del monumento.

Indietro