Antica capitale di quelle fiere popolazioni celtiche che mai si sottomisero ai Romani, Susa ebbe una grande importanza nella storia, dovuta alla sua posizione strategica. Posta in una conca ai piedi del Rocciamelone, attraversata da importanti vie di transito verso i valichi del Moncenisio e del Monginevro, ha visto scorrere attraverso le sue strade tutta la storia... da Annibale a Giulio Cesare a Costantino, dai Saraceni, ai Goti, ai Franchi, da Carlo Magno al Barbarossa a Napoleone... La ricchezza del suo passato è testimoniata dalle vestigia monumentali, che ne fanno una delle città più interessanti del Piemonte.
Per il periodo romano da vedere:

  • ARCO DI AUGUSTO, eretto tra il 9° e l'8° sec. a.C. per celebrare il patto di alleanza tra Cozio, re di Susa e l'imperatore romano Augusto
  • TERME GRAZIANE, acquedotto romano  del 4° secolo, i cui pilastri poggiano sui resti di un altare celtico
  • ANFITEATRO risalente al 2° secolo, di forma ellittica. E' il più piccolo anfiteatro romano presente in Italia.
  • PORTA SAVOIA resti della cinta muraria difensiva del 2° secolo.

Nell'area dove un tempo sorgeva il foro è situato il PARCO di AUGUSTO, all'interno del quale si trova una copia in bronzo della statua di Augusto.
Di grande interesse anche:

  • La CATTEDRALE di S. Giusto romano-gotica del secolo XI° che conserva all'interno numerose opere d'arte, tra cui il TRITTICO votivo del ROCCIAMELONE
  • Il CASTELLO della  marchesa Adelaide, costruito nel secolo XI su uno sperone roccioso che domina la città...
  • Il caratteristico "BORGO DEI NOBILI"

Indietro

     

foto di Carlo Ravetto